“In Coro per Padre Gherardo”: un concerto per i 70 anni della Casa del Fanciullo

Ogni anno, la sera del 13 Dicembre, la Casa del Fanciullo festeggia la sua fondazione con un concerto natalizio che ha per protagonisti i cori della nostra scuola, il Coro Voci Bianche Padre Gherardo ed il Coro “Piccoli Cantori” di Padre Gherardo, diretti dal maestro Maggi Giorgia. L’evento, che si svolge presso la Basilica di Santa Maria di Campagna, luogo dove la Casa del Fanciullo è nata, rappresenta per noi un’occasione importante per ricordare la figura di Padre Gherardo, la sua dedizione verso i bambini, la passione che metteva nelle sue opere e, non di meno, l’amore per la musica; egli infatti ha sempre sostenuto l’importanza della musica nella crescita del bambino, convinzione che ancora oggi è portata avanti nella nostra scuola.

Il 13 Dicembre 2018, però, c’era un motivo in più per festeggiare Padre Gherardo: ricorreva infatti il 70esimo anno dalla fondazione della Casa del Fanciullo, avvenuta nel 1948. A celebrare con noi questo ragguardevole traguardo sono stati in tantissimi, sintomo di come Padre Gherardo sia ancora ricordato con grande affetto nella nostra città.

La serata si è aperta con la proiezione, a cura di Cineclub Piacenza, di una breve video – intervista rilasciata da Padre Gherardo nel 2000, durante la manifestazione “Piacenza nel cuore”; un momento di grande commozione che ha raggiunto il suo apice con l’esecuzione dell’Ave Maria composta dallo stesso Padre Gherardo, eseguita dall’artista piacentina Marilena Massarini, accompagnata all’organo dal maestro Mario Genesi.

La serata si è poi sviluppata con un programma musicale ricco e variegato, che ha visto i nostri “Piccoli Cantori” e il Coro Voci Bianche affiancare diversi artisti, come Luca Vagnini, cantautore fanese, le “Rundàn ad Piaseinsa” e il cantante piacentino Marco Rancati, accompagnato da Francesco Ardemagni, Bruno Orlandi e Massimo Lamberti. E come potremmo non ricordare che a guidare il pubblico in questa serata, come sempre, è stata Rita Nigrelli di Radio Sound, storica amica della Casa del Fanciullo.

Un concerto che rimarrà impresso a lungo nella memoria di coloro che vi hanno partecipato e che, come ogni compleanno che si rispetti, si è concluso con una bellissima torta decorata con 70 candeline rosa e blu e con l’esecuzione dell’inno della Casa del Fanciullo.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *